Divieni chi sei

Iniziare il Viaggio

Il solo viaggio è quello interiore.
Rainer Maria Rilke

Si parte!

Una volta che sei stato in grado di accettare il messaggio, devi iniziare un viaggphoto-1445793403305-94e630661d53io molto importante: quello che trasformerà l’esistenza nella Tua esistenza. Prima di tutto dovrai essere disposto a  tagliare un po’ di radici. Come dice Pino Cacucci: “Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove”. E tu, adesso, hai  bisogno di andare altrove. Il conosciuto, il familiare, va lasciato , almeno temporaneamente, alle spalle.   Sarai preso da una certa paura, è del tutto normale. Per citare Fabrizio Resca: Il viaggio comincia laddove il ritmo del cuore s’espone al vento della paura.
Ma non c’è solo la paura, c’è anche la curiosità, l’entusiasmo del bambino. Prima di partire vieni preso dal fremito delle promesse, delle aspettative, delle possibili pienezze, gioie e scoperte che farai, su te stesso, sugli altri, sull’universo, sul senso di ogni cosa. Ci saranno soddisfazioni e fatiche, sarai attaccato dalle tre forze contrarie: Paura, Dubbio, Riluttanza.

Dovrai costantemente esercitare le 3 Pratiche  evolutive: Togliere, Cambiare, Sviluppare.

Oscillerai, il tuo passo a volte sarà svelto e deciso, altre  esitante. E in alcuni casi subirai degli stalli transitori. Il Viaggio che stai cominciando è così. Non è una passeggiata, ma anche i paesaggi che  scorgerai non sono quelli di una semplice passeggiata, sono molto più belli e intensi.

Abbandona la fretta, evita di voler prevedere tutto quello che succederà, esplora il sentiero un pezzo alla volta,  resta consapevole e presente in ogni passo che fai. Permetti al tuo cervello, al tuo corpo, al tuo cuore di ricevere tutto quanto giungerà loro da questa esperienza.

Resta sempre ottimista. E conserva la convinzione che stai facendo al cosa migliore per te.